Aiutiamo la Paraplegia
Club Clay Regazzoni Onlus

Separatore

 Data: sabato 2 novembre 2019
 Testata: IlCittadino

Il Ferrari Club barasino porta alla sala Girona i cimeli della Formula 1

L’inaugurazione oggi alle 16 con il presidente Senna: è il primo evento dopo i lavori per l’allestimento della sede dell’associazione

Caschi di veri e propri miti, come Niki Lauda e Clay Regazzoni. E poi il modellismo dedicato ai bolidi che sfrecciano nei Gran Premi di tutto il mondo. La magia della Formula Uno fa tappa alla sala Girona e accende di rosso Ferrari la Torretta della Mura Spagnola. Apre le porte oggi pomeriggio, con un’inaugurazione in programma alle 16 alla presenza di soci, ospiti e autorità, la mostra dedicata alla Formula Uno e allestita dalla Scuderia Ferrari Club di Sant’Angelo Lodigiano, sodalizio dei motori che, grazie al Comune di Sant’Angelo, dallo scorso marzo ha una nuova sede, al terzo e quarto piano della Torretta Girona.

Dopo i lavori di restyling realizzati dai volontari alla sede concessa in comodato d’uso gratuito per nove anni, per la Scuderia Ferrari Club questo è il primo evento pensato per far vivere la Torretta in pieno centro storico, che già a venerdì alternati si popola con le riunioni dei soci.

«Due anni fa i soci erano circa 80, oggi abbiamo sforato la quota dei 230, un risultato sorprendente per noi, che ci riempie di soddisfazione - sottolinea il presidente Maurizio Senna, che ha fondato il club oltre 40 anni fa e lo guida da allora - : non possiamo che ringraziare il Comune di Sant’Angelo per averci messo a disposizione uno spazio, che ci consente di ritrovarci e di riunirci e che ci permette anche di coinvolgere più persone nelle attività, come questa mostra aperta a tutta la città. I soci hanno messo a disposizione tesori del modellismo dedicato alla Formula Uno, ma grazie al Club Clay Regazzoni avremo a disposizione anche una ventina di caschi in mostra, alcuni originali di piloti come Niki Lauda e lo stesso Regazzoni, che li hanno donati al club per la raccolta fondi a sostegno della paraplegia, e anche alcune tute da gara».

Cimeli raccolti in unico spazio grazie all’allestimento curato da Peppino Subinaghi e visibili in mostra oggi dalle 16 alle 19 e domenica dalle 8 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.

Intanto la Scuderia Ferrari Club lavora all’allestimento anche di un centro di documentazione, consultabile anche per il pubblico in sede, e per aumentare le occasioni di divertimento e socializzazione per i soci come il toto “gran prix”, in cui i soci sono chiamati a indovinare classifiche e piazzamenti dei piloti. Appuntamento a febbraio, invece, per la cena sociale in cui saranno consegnati i premi del club a due piloti santangiolini come Raffaele Giannoni e Alessandro Gallotta.

R. M.

 Elenco articoli

Separatore