Aiutiamo la Paraplegia
Club Clay Regazzoni Onlus

Separatore

Rassegna stampa

 Data: martedì 7 dicembre 2021
 Testata: Autosprint

NEL NOME DEL GRANDE E SEMPRE AMATISSIMO CLAY REGAZZONI

Solidarietà 2021 a oltre un milione di euro

Da lettore di Autosprint, nel nome del grande Clay Regazzoni, vi racconto che come da tradizione alle ore 20.00 di sabato 27 novembre si sono spente le luci del salone del ristorante "Il Bocchi" e il (diciamo così) "dire-tore di gara", ossia il sottoscritto fondatore e presidente onorario Giacomo Tansini ha dato il via al 28° Gran Premio della Solidarietà, ben supportato da uno staff di giovani ragazzi venuti fin dal Mugello a sostenere l'evento. L'edizione 2021 è stata caratterizzata da una nutrita griglia di partenza: a partire, naturalmente, da Maria Pia, Alessia e Gian Maria Regazzoni, tutti e tre alla "pole position" di questa speciale gara; quindi Gian Carlo Minardi, gli ex piloti Siegfried Stohr, Jarno Trulli, il giovane pilota di kart Thomas Baldassarri, Maurizio Senna (presidente della Scuderia Ferrari Club di Sant'An-gelo lodigiano), Andrea Rondanini (presidente del Club Auto Sportive Legnanesi), Gianni Brusa (presidente del club Amici delle Rosse), il dottor Andrea Cittadini (direttore della rivista Kerb), il dottor Carlo Ghezzi grande sostenitore del Club Clay Regazzoni. E poi i rappresentanti dei sodalizi destinatari dei fondi raccolti: il direttore dell'unità spinale dell'ospedale Niguarda dottor Michele Spinelli, il dottor Luigi Rizzato, il dottor Guido Molinero e Claudio Tombolini, presidente dell'Associazione Disabili Bergamaschi e la dottoressa Claudia Gasperini della casa "Anna Guglielmi" di Montecatone (Imola) i quali hanno illustrato anche come hanno utilizzato e come impiegheranno il denaro a loro donato: ed infine, ben 200 appassionati sostenitori che a tutti i gran premi partecipano per supportare la missione che il grande Clay Regazzoni ci ha lasciato in eredità.

Definire il Gran Premio della Solidarietà una cena è quanto mai riduttivo: si è dato spazio agli ospiti, in particolare ai piloti per ascoltare dalle loro voci racconti e aneddoti relativi alla loro carriera sportiva, ripresi dall'operatore del programma "Voci di Moda" condotto e prodotto da Sergio Manzoni e dal regista Marcello Bertoni. È stata anche bandita una piccola asta con materiali Ferrari, Schedoni, Morno, Beta e con gli orologi Chronovenice, grazie alla quale, in aggiunta alle donazioni raccolte durante l'anno, è stato possibile superare la somma di un milione di euro in 28 anni di attività solidale, un prestigioso traguardo il cui raggiungimento non era affatto scontato in questi tempi emergenziali. Tutto questo è stato possibile anche alla volontà e alla tenacia dei dirigenti del Club: il Presidente Don Luigi Avanti, Luciano Codazzi, Francesca Codazzi, Giovanni Secchi, Giorgio Identici, tutti impegnati a vigilare durante il percorso di questo gran premio; non dimentichiamo anche Marco Tortoli e Franca Innocenti, fotografi ufficiali della serata. Alle 23.30 è avvenuta la cerimonia di consegna simbolica di 40 mila euro (quella reale sarà effettuata nei prossimi giorni) alle tre strutture ospedaliere e riabilitative, seguita dalla doppia assegnazione del 15° "Casco d'Oro" alla memoria e all'onore di Clay Regazzoni a Siegfried Stohr e Jarno Trulli. Ovviamente, tutte è terminato con l'annuncio e l'invito a continuare a sostenere il Club Clay Regazzoni anche per tutto il 2022, per rendere memorabile anche il futuro Gran Premio già programmato per il 26 novembre.

Giacomo Tansini

 Elenco articoli

Separatore