Aiutiamo la Paraplegia
Club Clay Regazzoni Onlus

Separatore

Rassegna stampa

 Data: martedì 26 aprile 2022
 Testata: Il Cittadino

SAN BERNARDO. Negli spazi dell’oratorio il 26esimo appuntamento promosso dal Club Clay Regazzoni

Mostra di auto sportive per il Gp della solidarietà

Il ricavato dell’evento, onorato dalla presenza del vescovo Maurizio, verrà devoluto a favore della ricerca sulla paraplegia

di Lucia Macchioni

Un Gran premio all’insegna della solidarietà, per la prima volta nella cornice dell’oratorio di San Bernardo a Lodi per il 26esimo appuntamento con la mostra di automobili sportive dedicata al compianto pilota Clay Regazzoni, simbolo indiscusso di coraggio e determinazione. Una sfida accolta da 25 anni ormai, dal club presieduto dal fondatore e presidente onorario Giacomo Tansini, che ha permesso di mettere in scena ancora una volta una manifestazione in grande stile. Un migliaio in tutto i visitatori che si sono susseguiti nell’arco della giornata di domenica: «Un evento onorato dalla presenza del vescovo Maurizio Malvestiti che ha apprezzato la manifestazione benefica all’interno dell’oratorio », dice il presidente onorario Tansini. Ad aprile l’iniziativa, la celebrazione religiosa presieduta dal parroco don Guglielmo Cazzulani e da don Luigi Avanti che, nella precedente esperienza nella comunità di Cadilana, non mancava mai di dedicare ampio spazio alla ricorrenza. E con una raccolta fondi che ha toccato quota 4mila euro, la giornata si è rivelata un’ottima occasione per recuperare contributi da devolvere agli ospedali: «Tutto il ricavato dell’iniziativa verrà devoluto a favore della ricerca sulla paraplegia, destinando l’incasso all’ospedale Niguarda di Milano dove il club Clay Regazzoni sostiene in particolare il reparto di urologia; poi ai presidi ospedalieri di Mozzo in provincia di Bergamo e Montecanone (Imola) che si occupano di riabilitazione ». Una missione che nelle sue precedenti edizioni si è sempre svolta a Cadilana al fine di coniugare la passione per la Formula 1 e la ricerca scientifica. Domenica erano una trentina in tutto le auto sportive che hanno acceso i motori durante l’evento, per un giro in Ferrari, pilotata da Mauro Tagliaferri, a cui anche la signora Beretta, 90 anni, di Lodi non ha saputo rinunciare. Poi, Maserati, Alfa Romeo 8C e Bmw hanno attirato tanti appassionati. Hanno trovato spazio anche le opere artistiche realizzate da Raffael, un artista di soli 21 anni di età.

 Elenco articoli

Separatore